PERCHE’ SCEGLIERE UNA WEDDING PLANNER?

Michela Lunardi Events / Wedding planner's job  / PERCHE’ SCEGLIERE UNA WEDDING PLANNER?
wedding planner Milnao Michela Lunardi

PERCHE’ SCEGLIERE UNA WEDDING PLANNER?

–          Perché scegliere una wedding planner se io stessa ho gusto?

–          Perché se io stessa ho doti organizzative e magari tempo da dedicare?

–          Perché dovrei farmi “influenzare” da qualcuno che pensa di sapere per me cosa voglio?

–          Perché dovrei farmi consigliare i fornitori quando io stessa sono in grado di valutare chi fa al caso mio e chi no?

–          Perché affrontare questa spesa?

Queste sono le domande più comuni quando si parla di wedding planner.

Bene, oggi ho deciso di chiarire un po’ le cose perché c’è troppa nebbia intorno a questo argomento, soprattutto in Italia dove questa figura è stata troppo spesso improvvisata. Ciò ha creato dei pregiudizi che rendono a volte difficile svolgere al meglio il proprio compito a chi invece come me e altre bravissime professioniste, svolge il proprio lavoro con passione, serietà e soprattutto etica.

Non solo questione di gusto

Dunque, inizierò dal gusto, quel gusto tutto italiano per il bello che il mondo ci invidia: la capacità di scegliere gli accostamenti di elementi, colori e proporzioni. Non metto in dubbio la vostra capacità di riconoscere il bello, ma fatemelo scrivere, una wedding planner che fa questo di lavoro (soprattutto se è anche designer come me) deve essere per forza sempre aggiornata sulle tendenze per sapervi delle dritte e spiegarvi cosa poi tradotto nella realtà funzionerà e cosa no.

La differenza è la coerenza

Il gusto si esprime solo se esiste anche la coerenza. Coerenza a quello che è tutto, ma proprio tutto lo stile del matrimonio, agli elementi che dovranno avere dei richiami qua e là senza essere ridondanti, alla dose giusta del colore che vorrete scegliere come fil rouge, a come sviluppare il famoso mood del vostro matrimonio. Gli aspetti sono molteplici, le ricerche e la concentrazione per creare portano via davvero molto tempo. Non tolgo nulla alle vostre capacità, ma chi vede molti matrimoni come me e le mie colleghe, ha una visione ampia e riesce già ad immaginare il quadro pressoché definitivo dell’evento.

Tenete presente che se siete maniache dei dettagli anche se avrete curato tutto avrete bisogno di qualcuno che quel giorno posizioni tutto ciò che è stato preparato. Chi meglio di una wedding planner che vi ha seguito sa esattamente come volete che tutto sia predisposto? Volete davvero scomodare mamma, sorella, amiche, damigelle che lo faranno volentieri ma perderanno anche momenti irripetibili della festa per curare tableau mariage, photobooth segnaposto, bomboniere…?

Organizzare… in grande per essere indimenticabile

Passiamo alle doti organizzative. Senz’altro molte di voi le avranno, magari dovete utilizzarle anche nel vostro lavoro o nel vostro quotidiano se avete anche già una famiglia. Ma avete mai organizzato un evento così grande? Una festa così importante che non potrà essere replicata come un compleanno l’anno prossimo? Siete sicure di sapere tutte le domande che dovrete fare ai fornitori? E di comprendere il senso di ogni cosa che vi verrà detta dal fotografo, fiorista, impianto per le luci?

A meno che non organizziate già eventi per conto vostro (e sicuramente in questo caso scommetto che prendereste una wedding plannner perché sapete quanto lavoro ci sia dietro), dubito che riuscirete a tenere tutto sotto controllo. Mi sono sentita dire qualche volta “ma sì, poi vediamo il giorno del matrimonio”, questo ragazze, non va bene. I fornitori devono avere una tabella di marcia e sapere cosa fare, dove, e in che momento e farlo esattamente come è stato deciso e firmato nel contratto con ognuno di loro.

Chi può stabilire una tabella di marcia e seguirli in fase di preparativi e durante l’evento?

Voi no di certo, e nemmeno i vostri invitati che prima del matrimonio dovranno prepararsi e durante la festa si staranno godendo l’evento. Non pensate che possa occuparsene veramente la “wedding planner della location” o la “wedding planner del catering”. Sono sicuramente ottime professioniste ma sono collaboratrici della location e del catering. Queste figure devono curarsi che la location non abbia problematiche e che il servizio del catering rispetti le tempistiche senza intoppi, questo è il loro ruolo durante l’evento. Possono sicuramente occuparsi di qualche dettaglio extra ma che riguarda il loro ambito, non conoscono tutti i dettagli per ogni fornitore da voi scelto e non possono occuparsene.

Perché dovrei farmi “influenzare” da qualcuno che pensa di sapere per me cosa voglio?

Un’altra cosa che mi sono sentita dire è che nel momento in cui si sceglie una wedding planner, il matrimonio praticamente diventa il suo, lo stile, le scelte, i fornitori e ciò che vogliono realmente gli sposi passa in secondo piano. Fermo restando che un professionista deve saper ascoltare le necessità degli sposi e interpretarne i gusti, è vero che ognuno di noi ha delle peculiarità.  Se organizzate un primo incontro con una wedding planner, cercate di capire se è collaborativa ed elastica. Quando proponete le vostre idee e spiegate cosa per voi è più importante. Guardate la sua reazione e ascoltate il vostro istinto, il nostro lavoro è accompagnarvi e sapervi guidare verso le soluzioni più adatte a voi, perché è il vostro giorno, il vostro matrimonio e non il nostro.

Forniamo idee, ma siete sempre voi ad avere l’ultima parola. Sapete cosa mi sento spesso dire dalle coppie che mi scelgono dopo che abbiamo iniziato a conoscerci un po’ meglio? Fai tu, tanto hai capito cosa voglio, mi fido. Ecco, se arriverete a dire questa frase, allora potreste veramente vivere e godervi il vostro giorno, perché tanto ci sarà qualcun altro ad occuparsi di tutto e sicuramente tutto sarà come lo avete sognato.

 

Perché dovrei farmi consigliare i fornitori quando io stessa sono in grado di valutare

Riguardo i fornitori che dovrete scegliere, io ne ho conosciuti diversi negli anni e vi presento diverse proposte già scremando per seguire le vostre necessità. Nulla vi vieta se c’è un altro fornitore che si avvicina alle vostre preferenze di segnalarmelo, sarà mio compito contattarlo e valutarlo attentamente per voi. Inoltre, la mia esperienza mi permette di avere un rapporto privilegiato anche a livello economico con alcuni fornitori. Partecipo ai vostri incontri con i fornitori e faccio tutte le domande sui dettagli che occorre conoscere. Vi parlerò nei successivi articoli dei fornitori.

Dunque, perché investire in una wedding planner?

Ho lasciato apposta per ultima la domanda del perché affrontare questa spesa, perché spero di avervi fatto fare qualche riflessione rispondendo alle precedenti domande. Il matrimonio è un evento complesso e man mano che passerà il tempo vi renderete conto di quanto tempo impiegherete per scegliere e valutare ogni aspetto. I dubbi e le ansie che avrete saranno normali perché gli occhi saranno tutti puntati su di voi e sulle vostre scelte.

La wedding planner è una consulente, una professionista operativa e creativa allo stesso tempo. Impiega moltissime ore tra incontri, valutazioni, telefonate, mail, preventivi, e continui resoconti e confronti con i fornitori e con voi e denaro per le trasferte per incontri e sopralluoghi.

L’arte del wedding planning

Segue corsi di aggiornamento, viaggia e incontra sempre nuovi fornitori per offrirvi idee speciali. E’ allenata ad essere sottoposta a pressione perché da un lato ha voi e le vostre comprensibili esigenze (e quelle dei vostri familiari) e dall’altro, deve gestire le possibili problematiche che possono sorgere. Non ultimo la riuscita dell’evento per il quale ci possono essere degli imprevisti e la necessità di risolverli subito senza che voi ve ne accorgiate!

Quindi come un avvocato, un medico, è un professionista, ha una sua parcella e stabilisce un contratto con voi. Ha un’attività regolarmente registrata, paga le tasse, ha dei costi fissi, oltre a quelli variabili per lo svolgimento della sua attività. Lo fa a tempo pieno, non per passatempo. Chiedete a chi si è già sposato e ha curato per bene tutti i dettagli quante ore avrà impiegato per fare tutto, vi risponderà “Tantissime!” Aggiungete il fatto che si occupa di un evento unico nella vita di due persone. Concorderete sul fatto che il suo servizio richiede tempo, costi, energie, passione, dedizione, tanta pazienza e disponibilità; per cui quando valuterete la parcella che vi presenterà tenete conto di questo.

La wedding planner è il vostro riferimento per ogni dubbio, la vostra persona di fiducia. E’ la figura che dedica il maggior numero di ore al vostro evento! Quello che spenderete per questo professionista lo guadagnerete in termini di tempo, relax e budget, perché il suo valore sta anche nel segnalarvi e contrattare il prezzo più adatto secondo i fornitori che si andranno a valutare e per ogni tipo di servizio di cui necessitate.

Quindi, più che valutare il costo, bisogna fare attenzione al VALORE AGGIUNTO che la wedding planner può offrirvi.

Seguite il mio blog! Vi spiegherò come lavoro con le mie coppie, del primo incontro con loro, del mio modus operandi. Scoprirete anche un po’ di chicche importanti per scegliere i vari fornitori fino a ciò di cui mi occupo il giorno del vostro matrimonio.

A presto!

PERCHE’ SCEGLIERE UNA WEDDING PLANNER? ultima modifica: 2018-05-30T08:39:38+00:00 da Michela Lunardi